Blog navigation
OLIO DI MANDORLE E CAPELLI: UN'ACCOPPIATA VINCENTE

Tra i tanti prodotti naturali in grado di nutrire in profondità e idratare la pelle, troviamo l’olio di mandorle, che viene spesso utilizzato in ambito beauty. Questo prodotto naturale è uno degli oli per la cura del corpo più apprezzati (al pari dell’olio di Argan), soprattutto negli ultimi anni. Quello che forse tutti non sanno è che l’olio di mandorle, oltre a essere perfetto per idratare il corpo, può essere usato anche per i propri capelli. Curiosi di scoprire di più? Ecco quali sono i benefici che apporta (anche ai capelli) e alcuni consigli su come usare correttamente l’olio di mandorle dolci sui capelli.  

Che cos’è e quando si usa l’olio di mandorle dolci

L’olio di mandorle dolci si ottiene dalla spremitura a freddo delle mandorle, attraverso un’azione meccanica che non prevede l’impiego di prodotti chimici. La spremitura a freddo (la stessa utilizzata anche per le olive e per la produzione dell’olio da cucina) consente di lavorare le materie a basse temperature, mantenendo inalterate le qualità del prodotto. I suoi campi di applicazione sono molteplici e comprendono: 

  • la pelle secca, anche quella dei bambini, per idratarla, renderla più morbida e nutrirla, oltre che per prevenire le rughe; 
  • le irritazioni e gli arrossamenti cutanei, per lenirli e attenuarli;
  • il viso, sia per idratarlo sia per struccarlo;
  • le occhiaie, per contrastarle e renderle meno accentuate; 
  • le smagliature e la cellulite, se massaggiato, per rassodare e ridare elasticità alla pelle. 

Si può utilizzare l’olio di mandorle sui capelli?

I numerosi benefici dell’olio di mandorla comprendono anche l’utilizzo sui capelli, con rinomati effetti emollienti e idratanti, senza appesantire in alcun modo la chioma. È particolarmente ricco di acidi grassi OMEGA-3, fosfolipidi, vitamina E e magnesio, la cui combinazione garantisce nutrizione e forza anche alle chiome più lunghe e indebolite. 

Entrando nello specifico, l’olio di mandorle sui capelli è un valido aiuto per: 

  • diminuire la presenza di forfora (anche la più ostinata), ripulendo il cuoio capelluto e rimuovendo le cellule morte in superficie;
  • procedere a un trattamento anticaduta, soprattutto durante i periodi di cambio stagione, grazie all’elevata presenza di magnesio. In questi casi, andrebbe applicato due volte a settimana;
  • eliminare le doppie punte, spesso causate dallo stress, dall’inquinamento o dall’impiego di prodotti aggressivi. La presenza di vitamine, minerali e antiossidanti favorisce il ripristino e il rinvigorimento dei capelli dalle radici;
  • trattare le infiammazioni del cuoio capelluto, ammorbidito dall’olio, garantendo così un’adeguata circolazione sanguigna;
  • contrastare i capelli crespi, contro i quali molti hanno a che fare. L’idratazione apportata dall’olio di mandorle, agisce proprio sui capelli secchi e sfibrati;
  • migliorare la gestione dei capelli ricci, che vengono resi più morbidi dall’olio. 

Come usare l’olio di mandorle dolci sui capelli

Generalmente, nonostante sia possibile utilizzare l’olio di mandorle dolci anche sui capelli asciutti, soprattutto in alcuni casi specifici, è consigliabile applicarlo soprattutto sui capelli umidi o bagnati. In quest’ultimo caso, è assorbito più velocemente, assicurando protezione e idratazione, mentre utilizzare troppo olio sui capelli asciutti alla lunga potrebbe appesantirli. 

L’unica eccezione? I capelli ricci, che possono essere frizionati con 2 o 3 gocce di prodotto da asciutti per cercare di ridurne il volume. Per evitare che i capelli si sporchino in fretta, in questo caso, basta evitare di applicare l’olio sulle radici. Invece sui capelli lisci, se si vuole ottenere un effetto anti-crespo assicurato, è possibile applicare qualche goccia di olio di mandorle dolci sulla lunghezza del capello inumidita, prima di procedere allo shampoo. 

Per sfruttare a pieno le proprietà nutritive dell’olio di mandorle dolci ricordiamo, poi, che è consigliabile scaldarlo leggermente, con le mani o mettendolo al microonde: non deve essere bollente, altrimenti si correrebbe il rischio di scottarsi, ma è bene che sia tiepido

Per assicurare risultati perfetti, alcuni preferiscono fare un impacco prima dello shampoo, altri lo utilizzano quasi come se fosse un balsamo. Alcuni consigli? Ribadendo che non esiste una “regola”, il consiglio è quello di: 

  • applicare una quantità moderata di olio di mandorle sui capelli, partendo dal cuoio capelluto ed effettuando un massaggio con movimenti circolari, per consentirne l’assorbimento;
  • subito dopo, arrivare alle punte con i polpastrelli, o con un pettine, se si preferisce; 
  • lasciare agire in posa per circa 15 minuti, per poi procedere con lo shampoo (meglio se neutro e naturale).

Scegliere l’olio di mandorle dolci migliore per le proprie esigenze

Pronti a dedicare la giusta attenzione a corpo e capelli? Dopo aver capito i vantaggi derivanti dal suo utilizzo sui capelli, non resta che scegliere l’olio di mandorle migliore per la cura di sé. Il prodotto giusto, infatti, può essere l’alleato perfetto per chi ha il desiderio di ritrovare una chioma lucente e avere sempre una pelle morbida e sana

Il nostro Olio Di Mandorle Dolci ha proprio un’azione addolcente, emolliente, elasticizzante, idratante e, quindi, protettiva. Ideale sulla pelle secca (come quella nella zona dei gomiti e delle ginocchia), rappresenta anche un ottimo rimedio di prevenzione delle smagliature cutanee. 

Per chi cerca idratazione e nutrizione per pelle e capelli, ma anche un prodotto con un fragranza interessante, esiste l’Olio Di Mandorle Dolci Profumato, un’alternativa super assorbibile. È ottenuto con spremitura a freddo ed è disponibile in una versione speciale con una buonissima fragranza avvolgente, caratterizzata dalle note fiorite di orchidea, rosa bianca e frangipani e il sentore dolce di mandorle e vaniglia. Una coccola per il corpo e per lo spirito.